1 MAGGIO, SCHLEIN SI OSTINA A NON CONDANNARE OFFESE A MELONI

1 MAGGIO, SCHLEIN SI OSTINA A NON CONDANNARE OFFESE A MELONI

“La segretaria del Pd Elly Schlein si ostina a non condannare le gravissime offese sessiste lanciate all’indirizzo del presidente del Consiglio Giorgia Meloni dal palco del 1° Maggio di Foggia. Ospite della trasmissione Tagadà non ha speso neppure una parola per stigmatizzare l’accaduto. È veramente un pessimo segnale. Il silenzio della segretaria del Pd, così come quello di tutte le forze di opposizione e di alcuni sindacalisti, la dice lunga sulla loro idea di democrazia. La democrazia, ricordiamo a chi ne ha evidentemente smarrito il significato, si fonda sul rispetto dell’avversario. Chi oggi ha perso la voce dimostra di averne davvero poca e di non essere quindi un sincero democratico”.

Lo dichiara il vicepresidente dei senatori di Fratelli d’Italia Salvo Sallemi.

Condividi