Aborto. Boldrini dice bugie, le donne sanno autodeterminarsi

Aborto. Boldrini dice bugie, le donne sanno autodeterminarsi

“Secondo l’onorevole Boldrini, la presenza di associazioni pro-vita nei consultori impedirebbe alle donne di scegliere liberamente. Questa idea è assurda, perché nega la capacità delle donne di autodeterminarsi. La questione in realtà è semplice: spesso sono tentate di interrompere la gravidanza per motivi economici, familiari, sociali, psicologici. Ed è già previsto dalla legge 194 che i consultori, anche operando con associazioni di volontariato, svolgano la funzione di tutelare il bambino prima e dopo la sua nascita. Non a caso la stessa legge 194 prevede che, salvo i casi di urgenza, il medico che prescrive l’IVG, ha il dovere di invitare la donna a soprassedere per sette giorni. Non si dirà ora che anche i medici attentano all’autodeterminazione femminile. È un invito che la donna può cogliere oppure no, come l’azione delle associazioni pro-vita è un supporto che la donna può accettare oppure no. Il tutto nella sua libera autodetetminazione. Chi afferma il contrario mente”.

Lo afferma in una nota il senatore Ignazio Zullo, capogruppo di Fratelli d’Italia in commissione Sanità.

Condividi