Agricoltura, arriva il rapporto di sostenibilità su Prosecco Docg. De Carlo: “Se Europa adottasse questo metodo, non ci sarebbero proteste”

Agricoltura, arriva il rapporto di sostenibilità su Prosecco Docg. De Carlo: “Se Europa adottasse questo metodo, non ci sarebbero proteste”

“Se questa visione di sostenibilità – intesa come bilanciamento tra ambiente, economia e tessuti sociali – e di rapporto con i territori venisse adottato anche dall’Unione Europea ogni volta che legifera in agricoltura, certamente non assisteremmo a quelle proteste di piazza e di strada che vediamo oggi in tutta Europa. Fino ad oggi, l’Unione ha sempre agito in maniera ideologica: l’esperienza di Valdobbiadene certifica al contrario come gli agricoltori e i produttori agroalimentari non siano degli inquinatori, ma figure che volontariamente si impongono regole e parametri per contrastare lo spreco d’acqua, per utilizzare al meglio le risorse energetiche e per convivere al meglio con le amministrazioni e i cittadini. È un esempio di sostenibilità a tutto tondo, da esportare anche in altre zone d’Italia; deve essere soprattutto lo “schema” con il quale l’Europa dovrà legiferare nei prossimi anni, l’Europa che Fratelli d’Italia intende cambiare dopo il voto dell’8 e 9 giugno”.

Così il senatore di Fratelli d’Italia Luca De Carlo, presidente della IX Commissione Industria, commercio, turismo, agricoltura e produzione agroalimentare, in occasione della presentazione del Rapporto di Sostenibilità 2023 del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG e della sottoscrizione del “Patto con i sindaci”, avvenute nel pomeriggio di oggi a Villa dei Cedri a Valdobbiadene (Treviso).

Condividi