Assegno unico, no alle imposizioni di Bruxelles

Assegno unico, no alle imposizioni di Bruxelles

“L’Europa che abbiamo in mente non è quella di oggi, da cui arrivano per lo più obblighi e imposizioni spesso senza senso. Fratelli d’Italia difenderà l’assegno unico dalla procedura a cui Bruxelles vorrebbe costringerci, vale a dire la sua erogazione anche a chi non risiede in Italia, addirittura se i figli continuano a risiedere all’estero. Come è logico, tutto questo costituirebbe un grave rischio per il nostro bilancio e noi siamo determinati ad evitarlo. È arrivato il momento di dire basta a questi diktat: con Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia l’8 e 9 giugno cambiamo l’Europa e riportiamo al centro il vero sostegno alle famiglie e alla natalità”.
È quanto dichiara Simona Petrucci, senatrice di Fratelli d’Italia, in tema di assegno unico.
________________________
Condividi