ATREJU: ORGOGLIOSO DI ESSERE STATO SCELTO PER CONSEGNARE UN RICONOSCIMENTO AI GENITORI DI INDI,  EROI MODERNI, VITTIME DI QUESTO DRAMMA

ATREJU: ORGOGLIOSO DI ESSERE STATO SCELTO PER CONSEGNARE UN RICONOSCIMENTO AI GENITORI DI INDI,  EROI MODERNI, VITTIME DI QUESTO DRAMMA

ATREJU: ORGOGLIOSO DI ESSERE STATO SCELTO PER CONSEGNARE UN RICONOSCIMENTO AI GENITORI DI INDI,  EROI MODERNI, VITTIME DI QUESTO DRAMMA
“La vicenda della piccola Indi Gregory ha colpito tutti noi” ha affermato Francesco Zaffini, presidente della Commissione Salute al Senato. “Si tratta di un dramma, purtroppo non il primo, che ha stravolto la vita dei suoi genitori ed ha scatenato un aspro dibattito legale e politico, internazionale”. “Dopo la decisione dell’Alta Corte di Londra di autorizzare i medici britannici a staccare i supporti vitali alla piccola Indi, l’Italia era intervenuta tempestivamente e con ogni mezzo, attraverso la concessione della cittadinanza e mettendo a disposizione la competenza del sistema sanitario per assistere la piccola Indi e supportare i genitori in questa dura battaglia. Purtroppo però non abbiamo vinto, ma l’averci provato ha permesso di sollevare un tema importante: nessuna opinione o “decisione” può determinare la vita o morte di un essere umano”. “Clear e Dean ricevono oggi, con mio grande orgoglio e vicinanza, il Premio Atreju. Il simbolo di questo riconoscimento – ha proseguito  Zaffini – racchiude il valore che il nostro Paese da al diritto alla vita, che va ben al di là di ogni valutazione umana, così come il valore al rispetto della legge di natura, alla tutela della famiglia e al diritto dei genitori di scegliere per i propri figli”.
Condividi