ATTENTATO FIUMICINO: RICORDARE E’ DOVERE IMPRENSCINDIBILE

ATTENTATO FIUMICINO: RICORDARE E’ DOVERE IMPRENSCINDIBILE

ATTENTATO FIUMICINO: RICORDARE E’ DOVERE IMPRENSCINDIBILE
“Il tragico attentato a Fiumicino, in cui morirono 32 persone, tra le quali il finanziere Antonio Zara perchè colpito alle spalle da un fedayn, è una pagina troppo poco conosciuta della storia recente. Grazie soprattutto ad un importante lavoro di giornalismo investigativo e alla determinazione dei familiari delle vittime oggi ne parliamo e ne possiamo approfondire i particolari. Mi preme sottolineare in particolar modo tutta l’attività svolta dalla famiglia Campanile, che da sempre ha tenuto un faro acceso su quanto accadde quel giorno in aeroporto. Ricordare è un dovere imprescindibile, ricercare la verità una risposta al desiderio di giustizia che deve accomunare tutti”.
Lo scrive in una nota la senatrice di Fratelli d’Italia Cinzia Pellegrino, coordinatore nazionale del dipartimento tutela Vittime.
Condividi