Carceri, da Cucchi critiche pretestuose. Con reato tortura figlio

Carceri, da Cucchi critiche pretestuose. Con reato tortura figlio ‘partito antipolizia’ rischi per tutti

“Inaccettabili e pretestuose le critiche della senatrice Cucchi. Il viceministro Bignami ha ragione, se il reato di tortura puรฒ essere commesso da ‘chiunque’ ci sentiamo costantemente e gravemente ‘minacciati’ nella nostra sicurezza da un ‘partito dell’antipolizia’ che non ha mai presi in considerazione quelli che sono i veri problemi delle carceri. Piuttosto, questo ‘partito’ si occupa soltanto di vessare con la solita retorica del giustizialismo chi, invece, รจ un servitore della Patria e che rischia, secondo una bizzarra logica, che esercitando il suo dovere si trovi ad essere in contrasto come la propria sicurezza e il bene pubblico”.
Lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia, Francesca Tubetti.

Condividi