Caso Salis. In malafede chi dice che il governo italiano non è intervenuto

Caso Salis. In malafede chi dice che il governo italiano non è intervenuto

“Sul caso Salis dobbiamo impegnarci per cercare una soluzione e non per fare polemica politica. Dovremmo a tal proposito rispettare ciò che chiede il padre di Ilaria Salis, di non creare un caso politico, perché questo non aiuta”. Lo dichiara in aula, a margine dell’informativa del ministro Tajani sul caso Salis, il senatore di Fratelli d’Italia Marco Scurria. “Come si fa a dire che il governo italiano non è intervenuto? Siete in malafede”, aggiunge il parlamentare di FdI. “È stato convocato l’ambasciatore ungherese – prosegue -, sono stati fatti bilaterali con i ministri di Budapest”. “Lo Stato di diritto è tale sempre, non solo quando fa comodo a una parte politica, va allora ricordato che la magistratura ungherese è l’unica che può decidere le sorti di Ilaria Salis, ma sia chiaro che il governo italiano ha fatto il massimo per tutelare i suoi diritti”, conclude Scurria.

Condividi