Cinquantasettesimo anniversario della strage di Cima Vallona. Finalmente presente anche Bolzano. Grande passo verso conoscenza e consapevolezza

Cinquantasettesimo anniversario della strage di Cima Vallona. Finalmente presente anche Bolzano. Grande passo verso conoscenza e consapevolezza

Cinquantasettesimo anniversario della strage di Cima Vallona. Finalmente presente anche Bolzano. Grande passo verso conoscenza e consapevolezza
Si sono celebrate questa mattina le commemorazioni per la strage di Cima Vallona, che cinquantasette anni fa vide la morte di quattro italiani in un attentato terroristico. A ricordare i quattro connazionali caduti, anche il senatore e coordinatore veneto di Fratelli d’Italia Luca De Carlo che – oltre a ricordare chi perse la vita e venne gravemente ferito per difendere la nazione – non ha mancato di evidenziare una presenza importante a livello istituzionale: “Finalmente abbiamo potuto nuovamente registrare la partecipazione di un membro dell’amministrazione provinciale di Bolzano: la pesante assenza di una rappresentanza istituzionale altoatesina che da tempo denunciavamo è stata quindi colmata. Ringrazio il vicepresidente della giunta altoatesina Marco Galateo per la sua presenza, che rappresenta un grande segnale verso la consapevolezza: l’aver onorato assieme i caduti è un passo importante verso la condivisione della verità storica e la condanna di un passato violento”.
Condividi