COMMISSIONE FORTETO, VOGLIAMO CAPIRE PERCHE

COMMISSIONE FORTETO, VOGLIAMO CAPIRE PERCHE’ CHI DOVEVA VIGILARE NON L’HA FATTO

La Commissione sul Forteto, approvata oggi in sede deliberante in Commissione Giustizia del Senato «è chiamata ad esaminare la gestione della comunità dalla sua istituzione ad oggi con particolare riguardo all’accertamento dei fatti e delle ragioni per cui le pubbliche amministrazioni e le autorità competenti interessate, comprese quelle investite di poteri di vigilanza, abbiano proseguito ad accreditare come interlocutore istituzionale “Il Forteto”, anche a seguito di provvedimenti giudiziari riguardanti abusi sessuali e maltrattamenti riferiti a condotte perpetrate all’interno della comunità». Lo ha detto la senatrice di Fratelli d’Italia Susanna Donatella Campione, nel corso della sua relazione in Commissione Giustizia
«La Commissione sul Forteto – ha aggiunto la relatrice sul provvedimento approvato oggi dal Senato – è chiamata inoltre a formulare proposte in ordine: all’adozione di nuovi strumenti di controllo delle comunità alloggio presenti sul territorio nazionale; al potenziamento del sistema dei controlli sui soggetti responsabili dell’affidamento familiare e, laddove siano emerse responsabilità e negligenze in capo ad essi, alle modalità con cui applicare gli opportuni provvedimenti sanzionatori; all’adeguamento del sistema normativo e regolamentare alle mutate esigenze sul tema delle comunità e della soggiogazione psicologica».
Condividi