Consiglio europeo straordinario, Un’Europa più vicina ai cittadini è possibile

Consiglio europeo straordinario, Un’Europa più vicina ai cittadini è possibile

“L’economia italiana tiene e continua la ripresa. Lo conferma anche L’Ufficio parlamentare di bilancio che delinea un quadro meno pessimista di quello di altri osservatori: nel 2024 prevede una crescita dello 0,8%. Non solo, L’Italia ha ora un posto centrale nell’Unione europea. Tutto grazie al lavoro del governo e di Giorgia Meloni che è riuscita a portare in Europa, finalmente, una visione diversa. L’ultimo successo, per nulla scontato, è stata l’intesa unanime nel Consiglio europeo, che ha superato il veto dell’Ungheria. Interlocutore chiave di questo obiettivo raggiunto è stata proprio Giorgia Meloni che si spende come pochi sostenendo che è necessario dialogare con tutti. Con la revisione del QFP (Quadro Finanziario Pluriennale) vengono stanziati ulteriori fondi su alcuni dossier prioritari per il Governo italiano. Si assicura il sostegno all’Ucraina, ma anche l’incremento delle risorse dedicate alle migrazioni e alla dimensione esterna. In questo modo è stato ribadito il concetto che le migrazioni sono un fenomeno europeo che richiede una risposta europea. Un’Europa diversa e più vicina ai cittadini è possibile”.
Lo dichiara in una nota il Senatore Nicola Calandrini, presidente della 5a Commissione Bilancio
Condividi