CORTEI. NON SI DIFENDONO LE FORZE DELL’ORDINE A FASI ALTERNE

CORTEI. NON SI DIFENDONO LE FORZE DELL’ORDINE A FASI ALTERNE

“Le Forze dell’ordine vanno difese sempre e non a fasi alterne come fa la sinistra che ha una memoria selettiva. E’ per questo motivo che ne aumenteremo gli stipendi e le dotazioni di organico, perché siamo convinti che occorra dare un riconoscimento a chi compie il proprio dovere. Siamo per la libertà di manifestare e condividiamo il messaggio del presidente Mattarella, e anche in questo caso non come fa la sinistra. E anche sui fatti di Pisa chiediamo che vengano accertate le responsabilità personali se ve ne sono state, ma vorremmo anche che si vedessero le immagini prima delle manganellate quando ai poliziotti sono stati rivolti insulti, sputi e minacce. Ribadisco che non si sta con le Forze dell’ordine chiedendone i numeri identificativi, si sta dalla loro parte sempre. Faccio notare che anche sotto governi precedenti abbiamo assistito ad altri episodi come quello di Pisa, ma la sinistra su quelli tace. E rammento che la prima causa di morte fra gli agenti sono i suicidi perché i poliziotti sono troppo spesso vittime dello stress a cui sono sottoposti, per cui il nostro sostegno a tutte le Forze dell’ordine non mancherà mai”.

Lo dichiara in aula il senatore di Fratelli d’Italia Marco Lisei.

Condividi