Cospito, Pd dica se è a difesa o no del 41bis

Cospito, Pd dica se è a difesa o no del 41bis

“‘Oggi la sorella di Cospito in un’intervista dice che ‘Alfredo lo conosco bene quando crede in qualcosa lotta fino alla fine, lo Stato avrà le mani sporche di sangue’. Trovo aberrante che una sorella non faccia comprendere al proprio fratello quali siano stati i suoi errori e il suo perpetrare una posizione in difesa del 41bis, prestando addirittura la sua battaglia a servizio di tutte le mafie e di tutti i mafiosi. Ad avere le mani sporche di sangue sono stragisti e terroristi che giustamente scontano la pena in pieno 41bis, non certo lo Stato che fa rispettare le leggi. Esprimo la mia totale vicinanza e solidarietà all’onorevole Donzelli e piuttosto chiedo al Pd e al Terzo Polo se sono o meno a favore della cancellazione del regime del 41bis. Le visite in carcere ai detenuti sono sacrosante ma soltanto per far comprendere loro gli errori fatti, mentre l’esempio positivo di volontari e istituzioni deve servire per la rieducazione. Non possono invece essere l’occasione per portare solidarietà su scelte come quella di Cospito”.

Lo dichiara il senatore Antonella Zedda, vicepresidente del gruppo di Fratelli d’Italia.

Condividi