Covid. Ostruzionismo opposizioni per paura della verità

Covid. Ostruzionismo opposizioni per paura della verità

“Sono passati quasi cinque mesi dall’approvazione definitiva alla Camera della commissione d’inchiesta sulla gestione dell’emergenza Covid, eppure i gruppi di opposizione continuano a non segnalare i rispettivi componenti, attuando un esplicito ostruzionismo che ne impedisce la formazione. Non è ammissibile che venga così tenuto in ostaggio il Parlamento; questo atteggiamento può essere spiegato soltanto come sintomo di paura della verità. Se così non fosse, quale mezzo migliore del lavoro schietto e sereno in una commissione ad hoc per smascherare l’eventuale illazione della destra nei loro confronti?”.
Lo dichiara in una nota la senatrice di Fratelli d’Italia Cinzia Pellegrino, Coordinatore nazionale del Dipartimento tutela vittime del partito.
Condividi