Csm, riforma sbagliata e regressiva, Fratelli d

Csm, riforma sbagliata e regressiva, Fratelli d’Italia vota no

“Nel tentativo di migliorare una riforma sbagliata e regressiva, Fratelli d’Italia non solo si è scontrato con un muro assoluto e con l’impossibilità di discuterne, ma ha dovuto subire anche l’oltraggio del segretario del Pd Letta che si è permesso di bollare come ostruzionismo la legittima presentazione di poche decine di emendamenti e che ha invocato, addirittura, la fiducia sul provvedimento. Un atteggiamento che conferma apertamente la vocazione autoritaria e la concezione di democrazia del Partito Democratico. D’altra parte non stupisce la coda paglia mostrata dal partito di maggioranza di questo governo: le intercettazioni e i due libri di Palamara parlano chiaro. Il tema infatti, non riguarda in generale i rapporti inquinati tra politica e magistratura, ma nello specifico il rapporto del Partito Democratico e di una certa magistratura ad esso asservita. Questo è il motivo per cui oggi approviamo una legge inutile se non dannosa, ed è anche la ragione per cui Fratelli d’Italia esprime convintamente il suo voto contrario”.
Lo dichiara in Aula il senatore di Fratelli d’Italia Alberto Balboni, vicepresidente della Commissione Giustizia del Senato.

Condividi