Cucina italiana. Vale 228mld, istituiamo premio per formare i giovani

Cucina italiana. Vale 228mld, istituiamo premio per formare i giovani

“Con questo provvedimento si è voluto creare un riconoscimento per i grandi talenti italiani, un premio per i maestri di cucina e di pasticceria. Il simbolo di questo premio è proprio il Maestro pasticcere Iginio Massari, perché la nostra cucina è rappresentata da alcuni personaggi che si fregiano di una titolarità che gli viene data dalle loro capacità e dalla loro esperienza”. Lo dichiara in Aula il senatore di Fratelli d’Italia Gianpietro Maffoni, durante la dichiarazione di voto sull’istituzione del premio di ‘Maestro dell’arte della cucina italiana’. “Tale provvedimento – continua -, dando un riconoscimento vero e proprio ai maestri di cucina, riuscirà anche a mettere gli stessi in condizione di insegnare in qualità di esperti riconosciuti ai giovani in corsi di istituti agrari e alberghieri”. Il parlamentare di FdI sottolinea che “la cucina italiana vale 228 miliardi secondo i dati ‘Frontiere evolutive per il settore Food Service’ di Deloitte ed è cresciuto l’export del 14% nel 2023. Penso valga la pena investire 2 mila euro l’anno per questo premio – conclude Maffoni – per raccogliere moltissimo in termini di valore economico e culturale per l’Italia grazie ai nostri tanti talenti”.

Condividi