CULTURA: CON LEGGE SUI TEATRI STORICI SI RENDE VIVA LA TRADIZIONE

CULTURA: CON LEGGE SUI TEATRI STORICI SI RENDE VIVA LA TRADIZIONE

“Con il governo Meloni si rende viva la tradizione. Con la legge sui teatri, fortemente appoggiata dal ministro della Cultura Sangiuliano, più di 400 teatri saranno riconosciuti quali monumenti nazionali. Teatri nati a partire dal 1500 e che abbiano almeno 100 anni di vita, un requisito per il quale mi sono speso personalmente per comprendere anche teatri sorti nel Novecento ma che hanno un valore storico indiscutibile come il Teatro Toniolo di Mestre. Nella provincia di Venezia saranno sei i teatri che godranno di questo importante riconoscimento: La Fenice, il Malibran e il Goldoni di Venezia, il Tullio Serafin di Cavarzere, il Teatro Meteopolitano Astra di San Donà di Piave e appunto il Toniolo di Mestre. La nostra cultura compie quindi oggi una grande passo in avanti e siamo felici perché la valorizzazione del nostro patrimonio storico raggiunge livelli mai conosciuti prima”.

Lo dichiara il vicepresidente vicario di Fratelli d’Italia in Senato, Raffaele Speranzon.

Condividi