CULTURA, REPUBBLICA VUOLE SCREDITARE GOVERNO, FILM CORTELLESI NON FINANZIATO DA FRANCESCHINI

CULTURA, REPUBBLICA VUOLE SCREDITARE GOVERNO, FILM CORTELLESI NON FINANZIATO DA FRANCESCHINI

“Il quotidiano “La Repubblica” è impegnato pancia a terra per screditare il lavoro del Governo Meloni, e tentando di dare un contributo divisivo, per non dire distruttivo, per quanto riguarda la violenza sulle donne pubblica questa mattina un articolo a tutta pagina dichiarando che l’ottimo film di Paola Cortellesi, “c’è ancora domani”, avrebbe ricevuto un diniego di fondi da parte del Ministero della Cultura poiché ritenuta una pellicola di scarso valore. Quello che gli attenti giornalisti della Repubblica hanno dimenticato di menzionare è che questa bocciatura non è arrivata dal ministro Sangiuliano, ma dall’allora ministro Franceschini, ed è facile intuirne la motivazione politica e demagogica. Il grande successo del film della Cortellesi dimostra che quando un’opera è fatta bene, racconta una storia che davvero interessa il pubblico, e aggiunge qualcosa di significativo alla cultura popolare non ha bisogno dei finanziamenti statali per uscire nelle sale”.
Lo scrive in una nota Antonio Iannone, senatore di Fratelli d’Italia e membro della commissione cultura.
Condividi