De Luca, grave che Decaro non prenda le distanze

De Luca, grave che Decaro non prenda le distanze

“Che i sindaci agiscano per il male certamente non può affermarlo nessuno, men che meno un rappresentante del Governo o della maggioranza di centrodestra in Parlamento, ma è follia pensare che l’azione avviata dall’Esecutivo nel coordinamento tra livello centrale, regionale e locale dei fondi del Pnrr e della Coesione sia in direzione del male quando invece serve a qualificare ed efficientare la spesa in funzione della visione strategica degli investimenti. Chi fa del male, sicuramente in modo inconsapevole, è invece proprio Decaro, che scioccamente alimenta fuoco e fiamme su un turpiloquio che non si addice al confronto leale tra le istituzioni. Mi riferisco a come si è rivolto Vincenzo De Luca ieri al presidente Giorgia Meloni: un fatto grave, ma è altrettanto grave che Antonio Decaro, presidente dell’Anci e sindaco di Bari, anziché prendere le distanze da un simile sfregio istituzionale oggi abbia espresso sostegno alla manifestazione contro l’autonomia organizzata dal presidente della Campania, che per altro ha utilizzato strumentalmente i loghi proprio dell’Anci e della Regione Campania. Ed è ancora più grave che Decaro non informi i cittadini che l’autonomia è stata inserita in Costituzione per volontà del Governo D’Alema, ovvero dalla sua parte politica. Questa è una pagina nera per il prestigio delle Istituzioni italiane. Decaro, De Luca e il Pd non pensino che i cittadini abbiano tutti l’anello al naso”.
Lo dichiara in una nota il senatore di Fratelli d’Italia Ignazio Zullo.
Condividi