DL RAVE, SU POS PROVOCAZIONE MA NON DIMENTICARE DIFFICOLTA

DL RAVE, SU POS PROVOCAZIONE MA NON DIMENTICARE DIFFICOLTA’ ATTIVITA’ LEGALI

“La questione dei POS e dei rave party illegali, che come molte provocazioni ha un fondamento di realtà, era ed è un esempio che ricorda come in Italia vi siano zone dove la legalità rimane spesso sospesa. Se i rave party illegali lo sono per eccellenza, la questione è ovviamente ben più ampia. Il dibattito sul POS ha subito attirato l’attenzione dei media ma spesso ci si dimentica di realtà economiche che devono essere gestite meglio, con norme più moderne, efficienti ed eque soprattutto nel settore fiscale. Sui rave party tanto amati da una certa cultura della sinistra, il Governo ha voluto porre un freno, sul POS arriveremo presto a un ragionevole equilibrio ma rimane tanto lavoro da fare per ammodernare la nostra economia. Il Governo Meloni questo lo sa benissimo e con il nostro sostegno, sono certo, saprà fare bene e rapidamente.”

Lo dichiara Gianni Berrino, senatore di Fratelli d’Italia.

Condividi