Dl Ucraina, aiutare difesa Kiev per creare dialogo che porti alla pace

Dl Ucraina, aiutare difesa Kiev per creare dialogo che porti alla pace

“Fratelli d’Italia voterà convintamente questo decreto che permetterà all’Italia di perseguire la pace in Ucraina. Ognuno in questa Aula chiede di mirare alla pace nel modo che più ritiene opportuno, ma tutti sono in grado di riconoscere le responsabilità di un conflitto in cui non c’è alcun dubbio su chi è l’aggressore e chi la vittima: la Russia ha compiuto inaccettabili violazioni dei diritti umani e del diritto internazionale”.
Lo dichiara il vice presidente vicario di FdI al Senato Raffaele Speranzon, durante la dichiarazione di voto al decreto sulla cessione di materiali militari all’Ucraina.

“E’ importante sottolineare che i missili russi non colpiscono solo gli impianti militari, ma anche le centrali elettriche, perché l’obiettivo dei russi è quello di affamare il popolo ucraino; il nostro obiettivo è invece quello di sostenere Kiev. E per poterlo fare bisogna mettere gli ucraini in condizione di difendersi e creare le basi affinché ci possa essere un dialogo che porti alla pace, ma non una resa”, conclude Speranzon.

Condividi