Donne. No alle quote rosa, ma a conciliazione maternità e lavoro

Donne. No alle quote rosa, ma a conciliazione maternità e lavoro

“I dati sulla violenza sulle donne sono ancora allarmanti e questo ci dimostra che non bastano le leggi, che pure sono importanti e sulle quali il governo Meloni si sta impegnando, ma occorre creare una nuova consapevolezza. Per questo accogliamo con grande favore l’iniziativa di oggi in Senato”. Così la senatrice di Fratelli d’Italia Vita Maria Nocco, nel corso della cerimonia in Senato della terza edizione del concorso nazionale EpLibriamoci, sul tema la ‘Non violenza sulle donne’. “Non ci interessano le quote rosa – prosegue – ma dare alle donne pari opportunità concrete, come la conciliazione tra maternità e lavoro. In questo senso – aggiunge – il governo Meloni ha permesso alle donne con più figli di avere asili nido gratuiti. Del resto – conclude la Nocco – Giorgia Meloni, primo presidente del Consiglio donna, è un modello che dimostra che con la forza di volontà le donne possono raggiungere grandi traguardi”.
Condividi