Energia. Conservatori coniugano ambiente e crescita economica

Energia. Conservatori coniugano ambiente e crescita economica

“Fratelli d’Italia, in quanto forza conservatrice, non può che avere a cuore i temi ambientali, appunto la conservazione del patrimonio ambientale”.
Così il senatore di Fratelli d’Italia Andrea De Priamo, nel corso del convegno, nella Sala Zaccari di Palazzo Giustiniani, intitolato ‘La rivoluzione digitale al tempo della transizione energetica’. “Allo stesso tempo, però, una forza conservatrice deve ambire a una gestione pragmatica delle fonti energetiche – aggiunge -. In questo senso è utile ricordare che il governo Meloni, nel Pnrr, destina ingenti risorse per l’utilizzo di tecnologie per l’efficientamento energetico. Le energie rinnovabili, l’economia circolare, ma anche la ricerca sulla fusione nucleare sono tutti ambiti – continua – per noi centrali sui quali la digitalizzazione produce importanti risultati che andranno intensificati”. Il parlamentare sottolinea quindi che “le battaglie di Fratelli d’Italia in Europa non sono mai state contro le politiche ambientali, bensì contro derive ideologiche che portano a una contrapposizione deleteria tra economia ed ecologia. Perché la sostenibilità – conclude De Priamo – consiste proprio nella capacità di coniugare rispetto dell’ambiente e crescita economica”.
Condividi