Eutanasia, Corte dei Conti pronta a uccidere disabili per motivi di bilancio

Eutanasia, Corte dei Conti pronta a uccidere disabili per motivi di bilancio

“La notizia della condanna dell’ex direttore generale della Sanità della Lombardia, Carlo Lucchina, da parte della Corte dei Conti fa orrore. Lucchina impedì che ad Eluana Englaro fosse interrotto il trattamento che la manteneva in vita, difendendo il sacro diritto a vivere. Per la suddetta Corte sembra doveroso uccidere disabili in difficoltà per garantire il bilancio della sanità. Qualcosa che fa ribrezzo. La Corte dei Conti chiede sostanzialmente di non curare i malati gravi, perché costano troppo. Fratelli d’Italia si batte per difendere la vita, sempre. E lotterà fuori e dentro il Parlamento per combattere questa battaglia di civiltà”.
Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Ignazio Zullo, capogruppo in commissione Sanità di Palazzo Madama.
Condividi