Fisco, impegno FdI per una riforma condivisa della giustizia tributaria

Fisco, impegno FdI per una riforma condivisa della giustizia tributaria

“Modificheremo in Commissione Finanze al Senato la riforma della giustizia tributaria nell’ottica di allargare ai laureati in economia e commercio, ai commercialisti, la possibilità di accedere ai ruoli ed ai concorsi dei magistrati tributari. È infatti necessario rimediare ad un palese errore del governo, che non ha compreso come le materie essenziali nel percorso e nell’attività dei giudici siano proprio quelle riservate ai laureati in economia e commercio. Fratelli d’Italia, inoltre, si adopererà per allargare le previsioni della riforma ad alcune tematiche come l’inversione dell’onere della prova, che troppo spesso oggi penalizza ingiustamente il contribuente. Ovvero dovrà inglobare la pace fiscale, quindi l’utilizzo degli istituti deflattivi del contenzioso per ridare prospettive di certezza ai tanti contribuenti che sono attualmente in contenzioso con la pubblica amministrazione, risolvendo contemporaneamente l’annoso problema di un abnorme magazzino fiscale presso l’Agenzia della riscossione”.

Così il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze, al convegno nazionale dell’Associazione nazionale commercialisti, con la partecipazione del neo eletto presidente della categoria Elbano De Nuccio.

Condividi