Fotografo ferito da manifestanti a Napoli. Ora sinistra condannerà violenze?

Fotografo ferito da manifestanti a Napoli. Ora sinistra condannerà violenze?

“Apprendo che nel corso della violenta manifestazione di oggi fuori dalla sede RAI a Napoli tra i feriti ci sarebbe anche un fotografo de ‘Il Mattino’ colpito dal casco di uno dei manifestanti. Oltre che esprimere solidarietà alla redazione de ‘Il Mattino” ed al fotografo “colpevole” di documentare con un’arma pericolosa, la macchina fotografica, l’intollerabile violenza dei manifestanti, non posso esimermi dallo stigmatizzare duramente quanto accaduto, constatando che i picchiatori di sinistra ormai prendono di mira non più soltanto le Forze dell’Ordine ma anche chi lavora per garantire il diritto di cronaca e di informazione. Chissà se stavolta gli esponenti della sinistra, sempre solerti quando si tratta di attaccare le Forze dell’Ordine, saranno altrettanto fermi nel condannare le violenze dei manifestanti. Da chi trascorre le giornate a dare lezioni agli altri sulla libertà dell’informazione, sulla tutela del diritto alla cronaca, e che arriva ad organizzare sit-in contro la presunta occupazione della Rai ci attendiamo comportamenti conseguenti e che dopo quanto accaduto a Napoli faccia sentire energicamente la propria voce. Le violenze sono tutte uguali, giusto Elly Schlein?”.
Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Raffaele Speranzon, vicepresidente vicario del gruppo.
Condividi