G7 Energia, Italia protagonista della transizione energetica sostenibile 

G7 Energia, Italia protagonista della transizione energetica sostenibile 

La riunione ministeriale del G7 in tema di energia, clima e ambiente, in corso a Venaria Reale, rappresenta un passaggio di fondamentale importanza in cui le economie più avanzate sono chiamate a ragionare su come vincere le sfide energetiche del futuro, tutelando in particolare le popolazioni più vulnerabili ed esposte agli effetti dell’aumento dei costi, dell’inquinamento, del cambiamento climatico. Questa volta, rispetto al passato, c’è un’Italia finalmente protagonista in positivo, rappresentata da un governo che ha a cuore la salute del Pianeta e che lo ha già dimostrato in maniera concreta anche in occasione della Cop28 di Dubai.
Siamo infatti convinti che l’unico modo per vincere la battaglia dell’energia pulita e della riduzione delle emissioni sia quello di dare vita a una transizione graduale e ragionata, libera dalle ideologie integraliste, tipiche della sinistra, che per anni hanno bloccato ogni trattativa e ogni possibilità di raggiungere risultati concreti. L’approccio pragmatico del governo italiano, in questo senso, è basato soprattutto sulla costruzione di nuovi modelli di cooperazione in grado di sostenere e non depredare i paesi più esposti, favorendo la loro crescita sostenibile. Ne è esempio il Piano Mattei per l’Africa, che coniuga al suo interno i concetti di partenariato, sviluppo comune e accesso alle fonti energetiche del futuro.
E’ quanto dichiara Simona Petrucci, senatrice di Fratelli d’Italia, in occasione della Ministeriale G7 su clima, energia e ambiente.
Condividi