Governance Ue. Attenzione al debito è priorità, ma questo non si traduce in austerità

Governance Ue. Attenzione al debito è priorità, ma questo non si traduce in austerità

“Il Governo Meloni ha ricevuto un’eredità pesantissima sotto il profilo del debito pubblico e quindi, come sottolineato oggi dal Ministro Giorgetti in audizione alla Camera, è necessaria la massima ponderazione su ogni misura che l’Italia adotterà nei prossimi anni. Questo però, come dimostrato nelle due Leggi di Bilancio approvate negli scorsi anni, non si traduce in austerità. Al contrario, grazie anche alla riforma fiscale, l’obiettivo è quello di liberare sempre più risorse da poter destinare lì dove ce ne sarà più bisogno. Non è insomma l’Ue che impone rigore ma il nostro desiderio di lasciare ai nostri figli una nazione sana anche dal punto di vista economico”
Lo dichiara in una nota il senatore di Fratelli d’Italia Nicola Calandrini, presidente della 5a commissione Bilancio.
Condividi