Governo. de Bertoldi: Conte dimentica lavoratori autonomi 

Governo. de Bertoldi: Conte dimentica lavoratori autonomi 

 

“Mentre a sinistra (Bersani) si arriva addirittura ad offendere i ristoratori ed i lavoratori autonomi, accusati di evasione fiscale, il governo si dimostra vieppiù inadeguato e privo di senso istituzionale.

Insomma non solo non si riconosce pubblicamente al lavoro autonomo l’importante ruolo di mantenimento del ciclo economico e produttivo nella drammatica emergenza Covid-19 , ma addirittura gli si disconosce uno stabile supporto economico che sarebbe nella logica di un’epidemia che sta massacrando il tessuto imprenditoriale . Sono infatti i lavoratori autonomi, gli imprenditori, più in generale le partite Iva, coloro che perloppiú hanno supportato e sopportano i drammatici effetti economici del Lockdown e delle continue restrizioni imposte dal governo per l’emergenza covid. Mentre, quindi, una parte del paese, i lavoratori dipendenti, possono beneficiare dello smart working e rimanere tranquillamente a casa beneficiando in ugual misura dello stipendio, un’altra parte di italiani non tutelati, le partite iva, è costretta ad abbassare le serrande od a lavorare a ranghi ridotti senza adeguate misure di ristoro, ed addirittura venendo dileggiata dai politicanti della Sinistra italiana.

Ed il governo Conte che fa? Investe nella legge di bilancio 2 miliardi di euro per prorogare il bonus 100 € a quei lavoratori dipendenti, che oggettivamente vivono questa pandemia senza le preoccupazioni, che invece investono quotidianamente i lavoratori autonomi. Insomma si continua nel far pagare ai soliti noti e non garantiti il costo dell’emergenza pandemica, che è oggi anche una grave emergenza economica”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze e Tesoro.

Condividi