Inaccettabili le minacce ricevute da Azione studentesca in occasione delle celebrazioni per il Giorno del Ricordo

Inaccettabili le minacce ricevute da Azione studentesca in occasione delle celebrazioni per il Giorno del Ricordo

“C’è una sinistra che resiste alla Storia e continua a fomentare uno squallido negazionismo sulle foibe e pericolosi venti di odio politico. Chi ha capovolto lo striscione posto davanti al Giulio Cesare in ricordo delle vittime degli infoibamenti e chi è arrivato a minacciare di morte uno studente solo perché colpevole di volerne onorare la memoria, si fa beffe del sangue versato e del dolore di tanti uomini e donne che hanno dovuto subire violenze e sevizie solo perché italiani. Dove sono la democrazia, la libertà di opinione, il diritto a mantenere vivo il racconto di quelle tragedie?! Auspico una pronta condanna da parte di tutte le parti politiche rispetto a questi gesti inaccettabili e voglio esprimere solidarietà ai ragazzi di Azioni Studentesca, che oggi ancora una volta hanno dimostrato di essere dalla parte giusta, invitando a conoscere e a riflettere su quello accadde al nostro confine orientale”.

Lo scrive in una nota la senatrice Cinzia Pellegrino, Coordinatore nazionale del Dipartimento tutela vittime di Fratelli d’Italia.

Condividi