Israele. Su invio armi Schlein mente

Israele. Su invio armi Schlein mente

“Ricordo al segretario del Pd Elly Schlein, che in questi giorni ha rilasciato delle dichiarazioni sull’invio di armi in Israele, che dopo il vergognoso attacco di Hamas l’import e l’export di armi con Israele è stato sospeso, per legge. Perché la legge italiana stabilisce che non si possono inviare armi a una nazione belligerante senza che ci sia prima un voto. Il segretario del Pd ha dunque mentito agli italiani e mi auguro che possa presto chiedere scusa per questo”. Lo dichiara in Aula, durante la discussione generale sulla conversione in legge del decreto di proroga annuale degli invii di armi all’Ucraina, la senatrice di Fratelli d’Italia Ester Mieli. “La differenza tra chi sta da questa parte dell’emiciclo rispetto a chi sta dall’altra – prosegue – è che Fratelli d’Italia dice la verità agli italiani, sia quando è all’opposizione che nella maggioranza. Noi siamo al fianco dell’Ucraina e cerchiamo una soluzione per una pace giusta. L’Ucraina non sta difendendo solo la propria terra, ma le fondamenta stesse del diritto internazionale”, conclude la Mieli.

Condividi