LAVORO, ANCORA UN TRAGUARDO PER IL GOVERNO MELONI

LAVORO, ANCORA UN TRAGUARDO PER IL GOVERNO MELONI

“Il governo Meloni taglia il nastro dell’ennesimo record sul mercato del lavoro. A certificare che le politiche messe in campo dell’Esecutivo vanno nella giusta direzione, ancora una volta è l’Istat, che sottolinea il trend positivo che dura ormai da oltre un anno. Il mese di marzo, infatti, fa registrare, rispetto al mese precedente, oltre 70mila occupati in più. Sono uomini e donne di tutte le classi di età sia dipendenti che lavoratori autonomi. Su base annua va anche meglio perché il numero di occupati è salito di 425 mila unità (+1,8%) rispetto a marzo 2023. Dunque, oggi, in numeri assoluti, gli occupati sono 23 milioni 849 mila. La cifra si ottiene considerando l’incremento di 559 mila dipendenti permanenti e di 46 mila autonomi, a fronte di una diminuzione di 180 mila dipendenti a termine. Ma non solo, perché a smentire tutte le cassandre c’è un altro traguardo importante segnalato dall’Istituto ed è la disoccupazione che, sempre a marzo, è scesa al 7,2% (-0,2 punti), mentre quella giovanile al 20,1% (-2,3 punti), con il tasso di inattività stabile al 33%. Insomma, questi sono dati più che incoraggianti che fotografano un mercato del lavoro in buona salute che però non ci fa fermare, anzi, ci spinge a fare sempre meglio, con politiche concrete per un’Italia sempre più forte e che conta in Europa”.

Lo ha detto il senatore di Fratelli d’Italia Franco Zaffini, presidente della Commissione Lavoro e Salute di Palazzo Madama.

Condividi