Lavoro. Con meno assistenzialismo crescono gli occupati: giusta la ricetta del Governo

Lavoro. Con meno assistenzialismo crescono gli occupati: giusta la ricetta del Governo

“Con il governo Meloni l’occupazione cresce ancora. Dopo i dati del mese di ottobre anche nel novembre scorso l’Istat registra un aumento di 30mila occupati. In totale 520mila in più in un anno. È un nuovo record (23 milioni 743mila occupati), che ci riempie di orgoglio perché il Governo è riuscito, grazie a misure concrete e mai elettorali, a smuovere il mercato del lavoro e ad aiutare tante famiglie in difficoltà senza gravare sulle casse dello Stato. Il tasso di disoccupazione, sempre a novembre 2023, cala al 7,5%, ma voglio sottolineare il dato forse più importante: il numero dei dipendenti a termine è inferiore di 57mila unità. Crescono quindi i lavoratori con contratto a tempo indeterminato. Con la Legge di Bilancio appena approvata e i fondi del Pnrr potremo fare ancora meglio in questo 2024”.
Lo dichiara in una nota il senatore di Fratelli d’Italia Nicola Calandrini, presidente della quinta commissione Bilancio.
Condividi