LEGGE DI BILANCIO. ESAME IN COMMISSIONE REGOLARE E ORDINATO, SORPRENDENTE E IRRISPETTOSA LA POSIZIONE DI DEGNI

LEGGE DI BILANCIO. ESAME IN COMMISSIONE REGOLARE E ORDINATO, SORPRENDENTE E IRRISPETTOSA LA POSIZIONE DI DEGNI

“Trovo sorprendente e quanto meno inopportuna la presa di posizione del consigliere della Corte dei Conti, Marcello Degni, che si configura anche irrispettosa nei riguardi dei lavori parlamentari e di quanti hanno contribuito a elaborare la manovra finanziaria per consentire alla nostra nazione di avere la stessa approvata entro l’anno. L’esame della legge di bilancio da parte della Commissione bilancio del Senato ha avuto un andamento regolare e ha seguito un metodo ordinato, come riconosciuto ampiamente da tutti i gruppi parlamentari”.
Lo afferma il senatore di Fratelli d’Italia, Nicola Calandrini, presidente della commissione Bilancio del Senato.
 “Vorrei ricordare a Degni e a tutti coloro che si sentono di condividerne le sue posizioni, che, innanzitutto, nella discussione sulla Legge di Bilancio si sono svolte più di sessanta audizioni, con il coinvolgimento ampio di istituzioni e parti sociali. Dopo la discussione generale e l’illustrazione degli emendamenti – continua Calandrini – la Commissione ha votato gli emendamenti per sei sedute. Ha esaminato non solo quelli del Governo e dei relatori e non si è limitata alle proposte relative alle risorse destinate al Parlamento, ma ha trattato di tutte le questioni più rilevanti della manovra finanziaria. A seguire in assemblea, comunque, sono stati votati specificamente gli articoli della seconda sezione, ciascuno dei quali ha approvato lo stato di previsione di un ministero, con missioni e programmi relativi. La scelta, poi, di presentare un maxi emendamento in Aula è prettamente politica, e non rappresenta dal punto di vista del metodo una novità”, conclude Calandrini.
Condividi