Meloni a testa in giù. Ad Aosta gesto vergognoso

Meloni a testa in giù. Ad Aosta gesto vergognoso

“L’aggressività, non solo verbale, perpetrata da alcune frange della sinistra in Italia è pericolosa e inaccettabile. Ieri, ad Aosta, un manifesto raffigurante Giorgia Meloni è stato appeso al contrario, così da far apparire il Presidente del Consiglio a testa in giù. Un gesto dal simbolismo forte e allo stesso tempo vergognoso, frutto di una violenza antifascista che rappresenta, ad oggi, un concreto e attuale pericolo, soprattutto quando a questi gesti non seguono prese di distanza delle forze di sinistra istituzionali. I rappresentanti della sinistra, invece di indagare su un fantomatico mancato rispetto della dodicesima disposizione transitoria della nostra Costituzione da parte degli esponenti di Fratelli d’Italia, cosa ben lungi dal poter accadere, farebbero bene a guardare alla loro sinistra, dove i concetti di democrazia e rispetto dell’altro non sembrano essere stati metabolizzati”.

Lo dichiara in una nota il Senatore Nicola Calandrini, presidente della 5a Commissione Bilancio

Condividi