MELONI, STRONCARE SENZA ESITAZIONI MINACCE E VIOLENZA

MELONI, STRONCARE SENZA ESITAZIONI MINACCE E VIOLENZA

“Mi preoccupa, da italiano, il clima che vedo montare nel Paese. Dopo anni di commissariamento del voto popolare, gli italiani hanno eletto Giorgia Meloni: primo premier donna, diventata simbolo di coerenza, linearità, affermazione della legge e dell’ordine sociale, del merito e del lavoro. Tuttavia c’è un mondo, sotterraneo o meno, che vuole colpire quel simbolo. Ed è tantopiù odioso che non si curi di lanciare minacce non solo a lei, ma anche a sua figlia piccola. Robaccia, umanamente infame”. Lo afferma il senatore di Fratelli d’Italia Roberto Menia. “Sono di una generazione”, aggiunge, “che ricorda bene come già tempo addietro ci fosse chi lanciava il seme dell’odio che veniva poi lasciato germinare: qualcuno parlava delle ‘sedicenti’ Brigate Rosse, poi vivemmo gli anni del terrorismo”. Menia afferma infine che “minacce, episodi di violenza ed inni alla stessa – come sta accadendo in queste settimane, nei confronti di Giorgia Meloni e dei suoi ministri, ma anche di ragazzi nelle scuole o nelle università – vanno stroncati subito, con durezza e senza esitazioni”.

Condividi