Migranti. Nastri: in Piemonte arrivo senza confronto con vertici regionali. Lamorgese chiarisca

Migranti. Nastri: in Piemonte arrivo senza confronto con vertici regionali. Lamorgese chiarisca

“Giusta e doverosa l’iniziativa del governatore Cirio che ha scritto al ministro Lamorgese per lamentare l’ennesimo arrivo di 156 migranti da Porto Empedocle, di cui 22 saranno destinati a Novara. E’ assurdo che la Regione non sia stata coinvolta e debba subire le scelte di un governo che ha deciso di trasformare questa Nazione in un immenso campo profughi. L’assurda politica dei porti aperti rischia di aggravare la già delicata situazione sociale in cui vivono migliaia di famiglie italiane, prostate da un governo incapace di aiutare l’Italia ad uscire dalla crisi. Presenterò un’interrogazione al ministro Lamorgese per chiedere in base a quali logiche avvengono le distribuzioni di migranti e soprattutto perchè non c’è stata alcuna interlocuzione con i vertici della Regione Piemonte, in considerazione dell’alto impatto territoriale che avranno questi arrivi di migranti”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Gaetano Nastri, vicecoordinatore regionale vicario di FdI in Piemonte.

Condividi