NATALITA’. INACCETTABILE LA CONTESTAZIONE A ROCCELLA

NATALITA’. INACCETTABILE LA CONTESTAZIONE A ROCCELLA

“La contestazione al ministro Roccella alla quarta edizione degli Stati generali della natalità è inaccettabile, soprattutto se si pensa in quale contesto è avvenuta. Parlare di natalità in Italia significa affrontare un argomento ai nostri giorni fondamentale per il futuro della nostra Nazione, visto il veemente calo demografico che ci sta investendo. In questo ambito, impedire al ministro per la Famiglia di parlare è un atto da irresponsabile ma finora non ho visto la sinistra sbracciarsi per esprimere solidarietà, e questo mi fa molta tristezza perché rivela che c’è una parte del Paese che evidentemente non rema a favore della sua crescita”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia Ignazio Zullo.

Condividi