No agli OGM. Da FdI battaglia per la difesa del Made in Italy

No agli OGM. Da FdI battaglia per la difesa del Made in Italy

No agli OGM, sì alla difesa delle nostre eccellenze gastronomiche. Da sempre Fratelli d’Italia contesta l’arrivo sulla nostra tavola di piante, micro-organismi o animali in cui parte del DNA è stato modificato con tecniche di ingegneria genetica. Appunto gli OGM. La convinzione di FdI è che questi destabilizzerebbero l’equilibrio ecologico, uccidendo la biodiversità oltre a mettere in difficoltà le nostre eccellenze agroalimentari, senza considerare che al momento non sono disponibili dati che consentano di valutare l’effetto a medio e lungo termine che questi alimenti potrebbero avere sia sugli esseri umani e e sia sull’ambiente.

Ma c’è dell’altro, perchè le piante e i semi OGM sono brevettati e di proprietà di grandi aziende multinazionali che, come Monsanto ad esempio, spesso producono pesticidi e prodotti chimici per l’agricoltura. Questo significa che queste aziende potranno controllare l’intero ciclo e rendendo produttori e consumatori completamente dipendenti dai loro interessi privati.

De Carlo: Inquietante nomina Biden, Mr Monsanto a guida dell’Agricoltura Usa. FdI vigilerà su tutela prodotti italiani

“La notizia che giunge dagli Stati Uniti in merito alla scelta di Joe Biden di affidare l’agricoltura americana a Tom Vilsack ci preoccupa molto. Tom Vilsak è conosciuto alle cronache come “Mister Monsanto” per aver approvato il più grande numero di OGM, per lo più sviluppati proprio dalla multinazionale Monsanto tra il 2009 e il 2017 anni in cui ha guidato l’USDA – il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti d’America – grazie alla fiducia accordatagli dall’allora presidente Obama. Inevitabilmente la mente torna alle recenti dichiarazioni di Conte: “Guardiamo con grande speranza alla presidenza Biden. […] L’agenda della nuova amministrazione americana è la nostra agenda”. Tutto ciò ci inquieta molto, non è possibile immaginare il mercato agricolo italiano, che rispetta degli standard qualitativi altissimi, in competizione con i prodotti di importazione tutt’altro che naturali. In Italia stiamo puntando moltissimo sul biologico, sul naturale, sul km Zero, sulla qualità prima di tutto, per la tutela della salute dei consumatori e nel rispetto dell’autenticità dei prodotti. Fratelli d’Italia non permetterà che l’agricoltura italiana sia svilita dalle ‘agende’ d’Oltreoceano e vigileremo attentamente affinché non ci sia alcun tipo di apertura a prodotti che non rispettino gli standard nazionali”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Luca De Carlo, responsabile nazionale del Dipartimento Agricoltura e Eccellenze Italiane di FdI.

Condividi