OLIMPIADI 2024, OMISSIONE CROCE SU MANIFESTO UFFICIALE E’ CEDIMENTO DELLA NOSTRA IDENTITA’ CRISTIANA

OLIMPIADI 2024, OMISSIONE CROCE SU MANIFESTO UFFICIALE E’ CEDIMENTO DELLA NOSTRA IDENTITA’ CRISTIANA

“Dal manifesto ufficiale delle Olimpiadi di Parigi 2024, nel quale ci sono i riferimenti principali della Ville Lumiere, dalla Tour Eiffel all’Arco di Trionfo, è scomparso il simbolo della Croce. Le illustrazioni, curate dall’artista Ugo Gattoni, non riportano il simbolo cristiano che svetta sulla cupola degli Invalides. Le Olimpiadi rappresentano un momento epocale per lo sport mondiale e togliere dal manifesto ufficiale il simbolo della Croce rappresenta un cedimento rispetto alla nostra identità cristiana. La cupola non è quella di un supermercato, ma di una cappella. Il manifesto nega l’identità stessa di questo edificio e della storia francese ed europea. Ritengo ancora più grave se l’omissione della croce fosse il frutto di una prudenza legata alle tensioni religiose con la minaccia di attentati jihadisti durante i Giochi, perché non ci si può piegare a queste logiche in nome della sicurezza”.

Lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia Cinzia Pellegrino, componente della Commissione Politiche Ue di Palazzo Madama.

Condividi