ORSA UCCISA. ERA PEZZO D

ORSA UCCISA. ERA PEZZO D’ABRUZZO, GIUSTA CHE REGIONE SI COSTITUISCA PARTE CIVILE

“L’uccisione della nostra orsa Amarena è un atto grave che va condannato senza se e senza ma”. È perentorio il commento del senatore abruzzese di Fratelli d’Italia e capogruppo della commissione Ambiente, Etelwardo Sigismondi, sulla notizia della persona che ha ucciso a fucilate l’orsa. “Amarena, l’orsa più famosa d’Italia – continua Sigismondi – che solo pochi giorni fa si era resa ancora protagonista con i suoi cuccioli di scene tenerissime, questa volta, nel centro di San Sebastiano dei Marsi, era un pezzo d’Abruzzo amato da residenti e turisti. Ritengo criminoso il gesto di chi ha voluto macchiarsi in modo così vile della morte dell’animale. Condivido appieno la posizione espressa dal presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, che intende far costituire l’ente parte civile in favore della reputazione e di una essenza tutta abruzzese”, conclude il senatore di FdI.

Condividi