Par condicio, svelata disonestà intellettuale della sinistra

Par condicio, svelata disonestà intellettuale della sinistra

“Smentita l’ennesima distorsione della realtà dell’opposizione, un vizio che fa fatica a correggere. Queste anime belle devono sapere che le norme volte a regolare la par condicio sono sempre le stesse e non sono cambiate con l’avvento del governo Meloni. Da sempre, infatti, la comunicazione dell’esecutivo non viene imputata ai partiti di maggioranza. Quelli che cambiano, semmai, sono i principi applicati dalla sinistra che cambiano a seconda che questa sia al governo o all’opposizione. L’ennesima conferma della disonestà intellettuale di buona parte della minoranza”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Raffaele Speranzon, componente della Commissione vigilanza Rai.

Condividi