Prof accoltellata. Fondamentale riforma voto in condotta

Prof accoltellata. Fondamentale riforma voto in condotta

“Non posso che esprimere tutta la mia preoccupazione per quanto avvenuto oggi a Varese, dove uno studente di 17 anni ha accoltellato una docente. Alla magistratura il compito di fare luce sull’accaduto, che desta però non poco allarme, vista anche la recrudescenza dei fenomeni di violenza ai danni di docenti e dirigenti delle ultime settimane. Casi, purtroppo non isolati che vanno espandendosi a macchia d’olio e davanti ai quali le Istituzioni hanno il dovere di intervenire. In primis restituendo autorevolezza alla figura dei docenti, spesso delegittimatati e intimoriti, dall’altro agendo a livello culturale sui ragazzi e sulle famiglie nel tentativo di ricucire quell’alleanza, quel patto, che è alla base di ogni progetto educativo. Bisogna che i ragazzi riflettano sulle conseguenze delle proprie azioni. A tal fine strumento fondamentale la riforma del voto in condotta, oggetto di un ddl di cui sarò relatrice in aula che di fatto ridà peso al comportamento degli studenti nella valutazione complessiva e rende obbligatorie le attività di solidarietà sociale per chi compie atti illeciti. Alla docente ferita questa mattina la mia personale solidarietà e vicinanza.”
Lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia Ella Bucalo, componente della commissione cultura del Senato e vice responsabile del Dipartimento Scuola del Partito.
Condividi