Puglia. Schlein continua a non esprimersi su nomine di Emiliano

Puglia. Schlein continua a non esprimersi su nomine di Emiliano

“Il segretario nazionale del Pd, Elly Schlein, continua a non esprimersi in merito si suoi dirigenti regionali pugliesi, l’uno segretario regionale e l’altra presidente regionale, retribuiti con soldi pubblici del bilancio della Regione Puglia. La Schlein ritiene normale che Emiliano si sia inventato la poltrona di vice capo di gabinetto – funzione mai esistita in Regione Puglia – retribuita con circa 90mila euro annui di soldi pubblici per dare un reddito a una persona sconfitta alle elezioni regionali ma che poi diventa suo segretario regionale? La Schlein ha mai chiesto a Emiliano quali siano le attività svolte dal vice capo gabinetto per meritare una simile retribuzione? Ha mai chiesto se i suoi compiti potessero essere svolti, come è sempre stato, dal capo gabinetto, dagli uffici degli assessorati o dalle tante agenzie istituite da Emiliano per sistemare quelli che lei stessa chiama ‘cacicchi’? Quanto alla presidente del Pd regionale, Emiliano ha chiesto a Elly Schlein quali impellenze lo hanno spinto a nominarla sua consigliera pagandola sempre con soldi pubblici? La segretaria nazionale dei Dem non ravvede ipotesi di reato contabile da assoggettare al vaglio della Corte dei Conti? Non crede sia opportuno chiedere ai suoi due dirigenti regionali nominati da Emiliano di fare un passo indietro per liberare la Puglia da questa vergogna?”.
Lo dichiara in una nota il senatore pugliese Ignazio Zullo, capogruppo di Fratelli d’Italia in commissione Lavoro.
Condividi