RDC, DESTINARE LE RISORSE ALLE IMPRESE E ALLE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, GOVERNO NON HA MOSSO UN DITO CONTRO TRUFFE

RDC, DESTINARE LE RISORSE ALLE IMPRESE E ALLE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, GOVERNO NON HA MOSSO UN DITO CONTRO TRUFFE

 

“La lunga sequela di scandali e truffe verificatasi a danno dello Stato, insieme alle lacune e alle contraddizioni che si sono palesate, sono la dimostrazione dell’inadeguatezza e dell’inefficacia del reddito di cittadinanza rispetto alle effettive esigenze dell’Italia e senza che fino ad oggi il governo non abbia mosso un dito per far fronte a questi ripetuti episodi.  Senza considerare che il RdC ha penalizzato pesantemente il tessuto industriale e commerciale del sistema delle imprese nazionali, alimentando il lavoro sommerso e le prestazioni senza alcuna garanzia sociale. Per questo è necessario procedere all’abolizione del reddito di cittadinanza”.

Così il senatore di Fratelli d’Italia Andrea de Bertoldi, segretario della commissione Finanze in Senato, che ha presentato un’interrogazione nel merito.

“Da sempre Fratelli d’Italia sostiene che le importanti risorse finanziarie destinate al RdC debbano andare a favore delle imprese e alle politiche attive del lavoro per la riduzione del cuneo fiscale. In questo modo si potrebbero creare effetti positivi e durevoli sullo sviluppo e favorire effettivamente nuova occupazione” – conclude de Bertoldi.

 

Condividi