RdC, va abolito e risorse destinate a politiche attive lavoro e aumento pensioni sociali e invalidità. Cultura e ricerca lavoro punto di riferimento per ogni giovane

RdC, va abolito e risorse destinate a politiche attive lavoro e aumento pensioni sociali e invalidità. Cultura e ricerca lavoro punto di riferimento per ogni giovane

“Per Fratelli d’Italia la cultura e la ricerca del lavoro devono essere il punto di riferimento per ogni giovane e per ogni cittadino. L’elemosina di Stato che caratterizza il reddito di cittadinanza, anche laddove le persone sarebbero in grado di svolgere un’occupazione e di cui il Movimento Cinquestelle si fa vanto, è una legge che non aiuta davvero i più deboli e bisognosi ma foraggia, come la cronaca spesso ci ricorda, coloro che intendono vivere passivamente alle spalle delle Istituzioni. Fratelli d’Italia chiede piuttosto di utilizzare quelle risorse nelle politiche attive del lavoro, nell’aumento delle pensioni sociali e di invalidità. Respingo, quindi, al mittente gli attacchi sguaiati e strumentali del M5S, che non avendo saputo realizzare una vera riforma del mercato del lavoro capace di garantire reali opportunità di impiego ai giovani e di protezione alle persone più fragili, pensa bene di strumentalizzare le mie parole. Infatti, non ho mai definito i giovani dei parassiti ‘tout court’, piuttosto ho invitato loro a non vivere di elemosina di Stato divenendo invece parte attiva del sistema economico italiano”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze e Tesoro.

Condividi