RIFORME, SEMPLIFICAZIONE, CERTEZZA DELLA PENA: VERSO UN NUOVO SISTEMA DELLA GIUSTIZIA

RIFORME, SEMPLIFICAZIONE, CERTEZZA DELLA PENA: VERSO UN NUOVO SISTEMA DELLA GIUSTIZIA

“Una legislazione semplificata, un sistema giudiziario agile e organizzato, una rinnovata razionalizzazione della spesa e delle piante organiche, un raccordo più stretto tra Ministero e uffici: questi sono solo alcuni dei punti cardine sui cui il nostro sistema giudiziario troverà nuovo slancio. Grazie al Ministro della Giustizia Carlo Nordio che in Senato ha condiviso con il Paese l’attuale stato della giustizia italiana e le grandi direzioni riformatrici verso le quali, con tutto il governo, ci si sta già muovendo. Interventi indispensabili su un comparto che, come riportato dallo stesso Ministro, con le sue attuali criticità costituisce un importante freno alla nostra economia”

Lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia Simona Petrucci.

“In campo penale – sottolinea Petrucci – l’obiettivo è quello di realizzare e garantire la tutela della presunzione d’innocenza della persona, assicurandone onore e dignità durante le indagini e il processo. Allo stesso modo, percorreremo la strada della certezza della pena, che dovrà essere rapida, proporzionata e orientata al recupero. Ecco il vero garantismo penale che, ad esempio, riguarderà anche il tema delle intercettazioni: nessuno intervento toccherà le intercettazioni sulla mafia o sul terrorismo ma certamente si andrà verso la limitazione al loro indiscriminato utilizzo, spesso ai danni di cittadini che non sono nemmeno coinvolti in indagini e che si ritrovano perfino sui giornali”.

“E poi la transizione digitale, i progetti del PNRR, la riduzione dei tempi dei processi, la sicurezza e le nuove tecnologie negli istituti penitenziari. Un programma vasto – conclude Petrucci – che richiederà anche modifiche costituzionali ma che ha già iniziato a dare i propri frutti nella lotta agli sprechi e alle lungaggini, per una nuova certezza del diritto”.

Condividi