SALONE DEL LIBRO. RISCHIO DI ASSUEFAZIONE ALLA VIOLENZA. CULTURA E ODIO MAI SINONIMI

SALONE DEL LIBRO. RISCHIO DI ASSUEFAZIONE ALLA VIOLENZA. CULTURA E ODIO MAI SINONIMI

“C’è il rischio di assuefazione alla violenza, una condizione che bisogna scongiurare con ogni mezzo. Quanto accaduto al Salone del Libro, dove i pro Gaza hanno sfondato un cancello e assalito le Forze dell’Ordine a protezione dell’evento, è l’ennesimo gradino di questa escalation. Cultura e odio non saranno mai sinonimi”. Ad affermarlo Paola Ambrogio, senatore di Fratelli d’Italia.
“La presenza di Zerocalcare – continua Roberto Ravello, dirigente regionale di Fratelli d’Italia – conferma che è in atto un processo di spettacolarizzazione della protesta violenta. Gli pseudo-artisti che cavalcano questa onda di intolleranza antidemocratica fanno da cassa di risonanza a un messaggio molto pericoloso, che normalizza l’intollerabile”.
Condividi