SCONTRI SAPIENZA, NESSUNA GIUSTIFICAZIONE PER QUESTI TEPPISTI

SCONTRI SAPIENZA, NESSUNA GIUSTIFICAZIONE PER QUESTI TEPPISTI

“Quanto accaduto nelle ultime ore all’interno della Sapienza, dove i soliti collettivi di sinistra si sono resi protagonisti di atti di violenza tentando di assaltare il Rettorato e il Commissariato all’interno dell’Università, è inaccettabile e non più tollerabile. Il triste spettacolo proposto da chi si professa – ma solo con gli slogan – contro la guerra e a favore dei diritti umani, si è concluso con il pestaggio a calci e pugni di un ufficiale di pubblica sicurezza da parte di uno dei tanti manifestanti, che della violenza e dell’intolleranza sono da sempre stati un emblema.
Tutto questo conferma una deriva del dibattito politico che è andata crescendo nel tempo e che evidenzia come ormai questi teppisti non si limitino soltanto ad occupare aule, fatto di per sé già grave e inammissibile. Nell’esprimere piena solidarietà alla Rettrice Polimeni ed alle Forze di Polizia, auspico che, di fronte all’ennesimo allarmante atto di intolleranza da parte della sinistra antagonista, tutte le forze politiche condannino quanto accaduto, ma che soprattutto si comprenda finalmente che nessuna dignità politica e nessuna giustificazione possono essere riconosciute a chi si comporta da vero e proprio criminale”.

Lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia, Cinzia Pellegrino, coordinatore del Dipartimento tutela vittime.

Condividi