Scuola: 20 mln di euro per promozione prodotti e cultura agroalimentare

Scuola: 20 mln di euro per promozione prodotti e cultura agroalimentare

“Una grande soluzione per avvicinare i più piccoli alla conoscenza delle nostre eccellenze e delle realtà produttive, per far crescere in loro la cultura del mangiare bene e sano”.

Cosi il senatore di Fratelli d’Italia, Luca De Carlo, presidente della IX Commissione Senato – Industria, commercio, turismo, agricoltura e produzione agroalimentare, commenta la pubblicazione dei due bandi del Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste per complessivi venti milioni di euro, per sostenere la promozione dei prodotti lattiero-caseari ed ortofrutticoli nelle scuole.

“Parliamo di due iniziative che potenzialmente interessano oltre 960mila piccoli studenti degli istituti primari nazionali”, sottolinea De Carlo. “Quasi un milione di cittadini italiani che verrà accompagnato nella conoscenza dei prodotti della propria terra e nel rispetto della loro stagionalità, in un cammino di valorizzazione del Made in Italy e delle filiere locali che porterà i ragazzi a saper distinguere – e quindi scegliere – i prodotti sani e di qualità”.

Il primo bando, “Latte nelle scuole”, mette a disposizione sei milioni di euro per la fornitura e la distribuzione di prodotti lattiero-caseario fra gli alunni degli istituti scolastici primari; inoltre, vengono sostenute azioni educative di accompagnamento come corsi di degustazione, attività ludico-ricreative, visite a fattorie e azioni informative sull’agricoltura, sulle sane abitudini alimentari e sulle filiere.  I contributi a fondo perduto arrivano a coprire fino al 90% delle spese sostenute e possono accedervi i produttori del settore lattiero caseario (comprese le loro organizzazioni e associazioni) e le società cooperative e i consorzi tra produttori del comparto. Il bando chiude il 13 marzo. Medesime finalità si prefigge il bando “Frutta e verdura nelle scuole”, questa volta dedicato al settore ortofrutticolo; ammonta complessivamente a 14 milioni di euro (sempre per contributi a fondo perduto fino al 90% delle spese) il fondo per questo progetto, che andrà a valorizzare i prodotti di stagione e le filiere locali. In questo caso, la data di chiusura del bando è fissata per l’11 marzo.

Condividi